Post

Breve guida sulle notifiche via pec nel processo tributario

Anche nel processo tributario telematico è possibile eseguire notifiche a mezzo posta elettronica certificata utilizzando, però, una procedura diversa rispetto a quella prevista per gli avvocati dalla legge n. 53 del 1994, normativa non applicabile alla materia tributaria.

L’Art. 16 bis del D.Lgs. 546/1992 dispone, infatti, che: "Le notificazioni tra le parti e i depositi presso la competente Commissione tributaria possono avvenire in via telematica secondo le disposizioni contenute nel decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 23 dicembre 2013, n. 163, e dei successivi decreti di attuazione."

L’art. 7, comma V, del DM 163/13 prevede poi che: "per gli enti impositori, l'indirizzo di posta elettronica certificata di cui al comma 1 è quello individuato dall'articolo 47, comma 3, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, pubblicato nell’IPA" (Indice delle Pubbliche Amministrazioni), raggiungibile al sito: www.indicepa.gov.it.

Lo standard PDF/A per i documenti a validità legale

Il diritto di ripensamento dei consumatori nei contratti conclusi a distanza

La tutela del diritto d'autore del programmatore software

Come si iscrive a ruolo telematicamente una citazione cartacea ?

Guida sulle notifiche a mezzo pec aggiornata dopo le modifiche introdotte dalle nuove specifiche tecniche in vigore dal 7 gennaio 2016

Pubblicata la nuova circolare del Ministero della Giustizia relativa agli adempimenti di cancelleria nel processo civile telematico

Pubblica Amministrazione: in Gazzetta Ufficiale le nuove regole tecniche per i documenti informatici

Convertito in legge il DL 90/2014. Insieme alle nuove norme sulla PA in vigore anche alcune modifiche per il processo civile telematico.

Il 30 giugno è arrivato: niente panico, ma facciamo un pò di chiarezza

Processo civile telematico: il decreto in Gazzetta Ufficiale

PCT: dalla newsletter del CNF indizi su una imminente "proroga mascherata" dell'entrata in vigore del deposito obbligatorio