Cerca nel blog

mercoledì 14 maggio 2014

Dal 15 maggio in vigore le nuove tecniche per il processo civile telematico

Sulla Gazzetta Ufficiale del 30/04/2014, nr. 99 è stato pubblicato il provvedimento del Ministero della Giustizia del 16.04.14, recante “Specifiche tecniche previste dall’articolo 34, comma 1 del decreto del Ministro della giustizia in data 21 febbraio 2011 n. 44, recante regolamento concernente le regole tecniche per l’adozione, nel processo civile e nel processo penale, delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, in attuazione dei principi previsti dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni, ai sensi dell’articolo 4, commi 1 e 2 del decreto-legge 29 dicembre 2009, n. 193, convertito nella legge 22 febbraio 2010, n. 24".

Come previsto dall’art. 31 il provvedimento, le cui norme vanno a sostituire quelle  contenute nel precedente testo del 18/7/2011, acquisterà efficacia decorsi 15 giorni dalla sua pubblicazione e, dunque, a far data dal 15 maggio 2014.

Vediamo, in sintesi quali sono le principali novità rispetto al previgente testo normativo ed, in particolare, cosa implicano non soltanto sul piano giuridico, ma anche pratico per gli avvocati.

Diciamo innanzitutto che le nuove specifiche tecniche sostituiscono completamente, pur non modificandole per intero, quelle già previste nel precedente provvedimento del 18.07.2011, ma ridisegnando l'intero documento normativo.

L'art. 2 si occupa delle c.d. "definizioni" e cioè delle descrizioni precise dei vari elementi tecnici di cui si compone l'intero sistema del processo telematico e, a differenza del passato, si concentra soprattutto sulla spiegazione delle varie sigle, (quali ad esempio https, Pda, Pec, ecc...) definizioni che, in passato, invero, non erano state incluse nel provvedimento.

Il capo II è dedicato interamente ai c.d. "sistemi informatici del dominio giustizia" e disciplina in maniera molto più articolata rispetto al passato l'intera infrastruttura informatica su cui si basa appunto il processo telematico.